MIST, 2019                                                                                                          

documentary of a ritual

mist1.png

Un rito collettivo, un gesto artistico di ricucitura del centro con le periferie, l’atto fondativo di una possibile alleanza tra persone e comunità che possano prendersi cura di questo pezzo di campagna in città, simbolicamente e materialmente. Un incontro tra chi guarda con gli occhi della tecnica, della politica, della strategia territoriale e di chi abita, vive e frequenta questi luoghi, sviluppando affezione ed empatia. Il rito si compone di un cammino di circa due ore dentro la sostanza dei luoghi, di un atto di trasformazione che invocherà dimensioni extra-umane e mostruose, e di una festa, seguendo la tripartizione che tradizionalmente compone i riti di passaggio: il tempo della separazione, il tempo della trasformazione, il tempo della reintegrazione.